Seleziona una pagina

Mercoledì 8 novembre si è tenuto il 1° incontro tecnico-informativo organizzato da Obiettivo Imperia avente ad oggetto il Porto di Imperia. La serata è stata di grande interesse ed ha visto la presenza di addetti ai lavori e di cittadini interessati all’argomento. Fabio Garibbo, Presidente del gruppo Azione Civica, moderatore della serata, dopo una breve introduzione ha dato la parola all’Arch. Luca Lanteri che sulla base della sua diretta esperienza amministrativa ha narrato la storia del Porto a partire dai primi anni ’90 fino ad oggi. A seguire è intervenuto l’avv. Borello di Genova che ha raggiunto Imperia per dare un suo contributo nell’analisi dei diversi scenari che si potranno aprire in seguito alla pronuncia del Consiglio di Stato. I presenti hanno potuto approfondire ponendo all’Avv. Borello diverse domande facendo così chiarezza su questioni che noi cittadini difficilmente possiamo conoscere. Il terzo relatore è stato il Dott. Marziano in qualità di operatore cantieristico ed ha posto in rilievo la necessità di una maggiore possibilità di interlocuzione con l’Amministrazione al fine di consentire un maggiore e migliore sfruttamento del nostro bacino portuale. Come operatori sportivi e turistici sono intervenuti l’Ing. Marco Savini Presidente Yacht Club Imperia e Fulvio Parodi Presidente del Porto Maurizio Yacht Club, che hanno sottolineato l’esigenza di fare squadra per non restare chiusi nella nostra piccola realtà e per sfruttare le grandi potenzialità del nostro territorio meta ambita dai velisti di tutta Europa, specie nel periodo autunnale e invernale, creando un flusso turistico anche in questi periodi. Anche in questo caso si chiede alle Amministrazioni del presente e del futuro una maggiore attenzione e collaborazione anche perché a fronte di un calendario sportivo sempre  più ricco e importante i club di Imperia sono tra i pochi circoli in Italia a non avere spazi adeguati in concessione. Presente in sala anche l’armatrice della Dea Diana Julia Ungureanu che ha voluto ribadire il fatto che il Porto ha una grande potenzialità di attrattiva se comunque le istituzioni collaboreranno con i privati per ottenere il massimo sviluppo. È stata posta all’attenzione dei presenti anche la necessità di formare nuovo personale di bordo e per i cantieri, che abbiano oltre alla passione e alle capacità tecniche, una buona conoscenza delle lingue straniere. Assente per influenza la Dott.ssa Barbara Nani della Costa Balena e, che ha comunque inviato un proprio intervento per sottolineare il fatto che l’offerta del nostro territorio e la ricchezza del nostro mare devono essere sfruttate per incrementare un turismo di livello, e che l’offerta il deve essere il più possibile variegata. Una sana concorrenza migliora la qualità ed aumenta l’offerta.

La serata è stata una grande occasione di informazione e di confronto tra entità differenti ma tutte connesse con una sola realtà: il Porto di Imperia e la voglia di rinascita della nostra città.

Obiettivo Imperia ringrazia tutti i presenti ed i relatori e si impegna a proseguire nell’organizzazione di questi incontri su temi ritenuti di particolare rilevanza per il futuro di tutti noi.

Share This
Vai alla barra degli strumenti